Aspettando Godot, ovvero il capolinea della civiltà occidentale

Aspettando Godot, ovvero il capolinea della civiltà occidentale

Ridotto ad uno stato di larva, ad una macchietta dell’essere in cerca di nulla: questo è l’uomo per Samuel Beckett. Nella storia della letteratura poche sono le opere che hanno ritratto un’umanità così raccapricciante come quella messa in scena in Aspettando Godot, tanto da rappresentare il capolinea dell’uomo occidentale, il... Continua »
Il segreto di Fatima

Il segreto di Fatima

Che fatica capire la Madonna di Fatima! Non mi spiego perché ha mostrato a tre ragazzini poco più grandi dei miei figli una spaventosa riproduzione dell’inferno, mentre io giro canale se c’è violenza in televisione. Non comprendo con che mancanza di tatto possa aver predetto a due di loro una... Continua »
Veramente Cristo è stato abbandonato da Dio, sulla croce?

Veramente Cristo è stato abbandonato da Dio, sulla croce?

Una lunga escursione storico-teologica sul “grido dell'ora nona”, che per certi versi sembra essere diventato un luogo a-teologico utile al “dialogo” coi non credenti. In realtà, difficilmente quel tema può essere usato come zona franca con chi non ha la fede, essendo un punto su cui anche alla fede è... Continua »
Da ingegnere a Clarissa

Da ingegnere a Clarissa

La nuova vita di suor Maria Francesca. Da sempre animatrice parrocchiale, ad un certo punto ha sentito che la sua vita "non era... Continua »
Da Barbiana al Tiburtino

Da Barbiana al Tiburtino

Nasce dal prossimo anno scolastico una nuova attività al Centro Elis su ispirazione della Scuola di don Milani a Barbiana. Un dopo scuola aperto a tutti, in particolari agli allievi della Scuola Professionale Elis, uno spazio totalmente gratuito, aperto utti i giorni dalle 15 alle 18 compreso il sabato. Una Scuola aperta ai... Continua »
Il padre di famiglia, il vero, il reale avventuriero

Il padre di famiglia, il vero, il reale avventuriero

C’è un solo avventuriero al mondo, e ciò si vede soprattutto nel mondo moder­no: è il padre di famiglia. Gli altri, i peggiori avventu­rieri non sono nulla, non lo sono per niente al suo confronto. Non corrono assolutamente alcun perico­lo, al suo confronto. Tutto nel mondo moderno, e soprattutto il... Continua »
Padri di vetro con figlie di fuoco

Padri di vetro con figlie di fuoco

Il volto è grazioso, la sua voce è una pungitura, lo sguardo un incrocio di spaesamenti: malinconia, riscatto, vagabondaggi. Staziona in-fronte alle sbarre concitate di una fredda-galera: là dentro, stretta e costretta tra ferro e cemento, scorre lentissima la vita del padre. Uscirà quando apparirà una data-non-data: il 31 dicembre... Continua »