Quel matrimonio che ci salva dal vuoto

Quel matrimonio che ci salva dal vuoto

Sono giorni, mesi ormai, che leggo di possibili interpretazioni di Amoris Laetitia, e che provo sollievo per non essere un vescovo o un sacerdote, chiamato a misurarsi concretamente con quel testo, come ha provato a fare per ultimo il cardinal Coccopalmerio, pubblicando un libretto sul controverso capitolo VIII. Non mi... Continua »
Lettera di Natale

Lettera di Natale

“Ecco vi annuncio una gande gioia, che sarà di tutto il popolo. Oggi è nato il Salvatore, il Cristo Signore!”(vangelo di Luca). “Salvatore”, benvenuto. Mi chiamo Carlo e abito a Douala, la più grande città del Camerun. Come molti degli abitanti di questa città non sono nato qui, quest’anno vi... Continua »
Matrimonio e libertà

Matrimonio e libertà

La libertà del consenso, mediante il quale l’uomo e la donna costituiscono il patto coniugale, è sempre stato riconosciuta nella cultura occidentale. Già il Diritto romano recitava: consensus facit nuptias. Anche la Chiesa ha  da sempre sostenuto e difeso nel suo Diritto questa libertà [cfr. per es. DH 643]. Ciò... Continua »
La salvezza ci interessa, eccome!

La salvezza ci interessa, eccome!

Grazie a Dio non sono teologa, per cui non ci provo neanche a pesare col bilancino le parole che sono state dette dalle due parti in Svezia. Siccome sono cattolica, mi fido del Papa, e finché non cambia il Catechismo dormo come un bimbo svezzato in braccio a mia madre,... Continua »
Vincitori e vinti

Vincitori e vinti

Il 15 settembre del 1935 furono promulgate le leggi di Norimberga, note come leggi razziali. Benché spesso si metta in luce soprattutto l’aspetto persecutorio nei confronti degli ebrei, associandovi per lo più l’idea di genocidio, quelle leggi si inquadrarono in un progetto più ampio che consisté nello studiare, sperimentando, l’effettiva... Continua »
Mondo, chi è il nemico?

Mondo, chi è il nemico?

La testa deve trovare un perché. DEVE, come un imperativo. Il male abbatte ogni sicurezza, ci rende impotenti, ci rende arrabbiati. Se trovo il perché, il colpevole, allora divento un po’ meno impotente, perché avere il “capro” vuol dire poterlo uccidere. E se elimino la causa, elimino il problema. Strano,... Continua »
Il libretto d’istruzioni del genere umano

Il libretto d’istruzioni del genere umano

Ci sono dei brani del Vangelo che ti scomodano, Lazzaro che sta all’inferno, le beatitudini, andate via da me o maledetti e molti altri . Per quanto mi riguarda io ho una mia playlist di pagine evangeliche, ascolto con gioia quelle che mi danno meno fastidio. Le altre le ignoro... Continua »
Abbiamo una notizia: il kerigma!

Abbiamo una notizia: il kerigma!

Si può dare la notizia del cristianesimo – perché il cristianesimo è, oggettivamente, una notizia; per chi ci crede una buona notizia – in tanti modi diversi. Che rispecchino tante sensibilità diverse. Ciò che non si può, io penso, è ritenere la propria sensibilità, il proprio modo gli unici validi,... Continua »
How do you talk to young people?

How do you talk to young people?

“How do you talk to young people?” – I asked Father Vincent Nagle, Californian San Francisco who lives in Milan where he became a priest of the Society of St. Charles after meeting Don Giussani. I expected that would make me a good speech on the pastoral, the language, the... Continua »
Come si fa a parlare ai giovani?

Come si fa a parlare ai giovani?

“Come si fa a parlare ai giovani?” – ho chiesto a don Vincent Nagle, californiano di san Francisco che vive a Milano dove è diventato sacerdote della Fraternità San Carlo dopo l’incontro con don Giussani. Mi aspettavo che mi facesse un bel discorso sulla pastorale, sul linguaggio, al limite sulla... Continua »
Pregare per credere

Pregare per credere

I tratti di somiglianza con mia figlia Livia si fanno sempre più evidenti. Durante la via Crucis del venerdì santo, per esempio, quando ha sentito che una lettura era tratta dal Libro delle Lamentazioni, si è girata verso di me spalancandomi la bocca sdentata, e il suo sorriso complice mi... Continua »
La via della pace

La via della pace

di Benedetto XVI […] Via di realizzazione del bene comune e della pace è anzitutto il rispetto per la vita umana, considerata nella molteplicità dei suoi aspetti, a cominciare dal suo concepimento, nel suo svilupparsi, e sino alla sua fine naturale. Veri operatori di pace sono, allora, coloro che amano,... Continua »
Testamento spirituale di Santa Bernardetta Soubirous

Testamento spirituale di Santa Bernardetta Soubirous

“Per l’indigenza di mamma e papà per la rovina del mulino, per il vino della stanchezza, per le pecore rognose : grazie, mio Dio! Bocca di troppo da sfamare che ero; per i bambini accuditi, per le pecore custodite, grazie! Grazie o mio Dio, per il Procuratore, per il Commissario,... Continua »
Cristo è la verità dell’uomo

Cristo è la verità dell’uomo

Sono sicura che se siete venuti qui partendo di notte, attraversando il mare e le montagne, rinunciando magari ai soldi per un vestito nuovo, non è solo per dire no a una legge sbagliata. Siamo qui perché la vita è una cosa seria, e quando è minacciata abbiamo il dovere... Continua »
Una diversa “radicalità” di vita per sconfiggere Daesh.

Una diversa “radicalità” di vita per sconfiggere Daesh.

Per definizione ciò che è “moderato” non è appassionante. Noi stiamo dimenticando che i giovani non chiedono semplicemente di essere “moderati” – sia nel senso di avere un controllo che li moderi, sia nel senso dell’essere tali –, ma chiedono piuttosto un motivo valido per dare la vita. Per offrirla... Continua »
La pecora numero 100.

La pecora numero 100.

Non mi improvviso esegeta dei brani del Vangelo, non ne avrei né i titoli, né gli strumenti, ma mi sento destinataria della Parola di Dio. E quindi? Quindi capita che alcune pagine,  alcune frasi delle Sacre Scritture o di opere di Santi, ti prendono di mira con più insistenza, colpiscono... Continua »
Non più due.

Non più due.

Mentre i media riportano, arruffate, le news dal Sinodo e fanno a gara a chi la spara più grossa, io la tivù ho deciso di spegnerla: di lasciar perdere ipotesi e congetture, e guardarmi attorno. Guardare a chi, in merito alla famiglia, più che qualcosa da dire ha qualcosa da... Continua »
Sacerdote senza mani.

Sacerdote senza mani.

Non so se abbiamo mai pensato cosa potrebbe  fare un sacerdote se non avesse le mani. Sinceramente, nel rifletterci, si possono scoprire questioni determinanti. Durante le persecuzioni il più grande oltraggio ai vescovi e ai sacerdoti era quello di amputare loro le mani perché non potessero più  nè benedire nè consacrare.... Continua »
MA PERCHE’ TANTO ODIO VERSO I CRISTIANI?

MA PERCHE’ TANTO ODIO VERSO I CRISTIANI?

Nella preghiera domestica che oggi reciteranno le famiglie che non ce la faranno ad essere in piazza San Pietro con il Papa per la veglia per l’apertura del Sinodo, si cita l’episodio dei discepoli di Emmaus: “Resta con noi perché si fa sera e il giorno è ormai al tramonto”.... Continua »